Una buona parte della pubblicità consiste nell’attaccare a un prodotto un’immagine, che ne diventa parte: la pubblcità cambia la natura del prodotto pubblicizzato, nella mente del consumatore. Non lo si capisce, se si continua a pensare che il prodotto si indipendente dall’immagine che se ne ha. Invece sono una cosa sola, due faccie della stessa medaglia.

(Michael Spence, premio Nobel per l’Economia nel 2001).

Tratto dall’intervista fatta da Piergiorgio Odifreddi, inserita nel libro “Incontro con Menti Straordinarie”.